Aprire pizzeria al taglio  Roma

Permessi e Autorizzazioni per l'apertura di un laboratorio "Pizza da asporto"

Licenza e pratica Asl a Roma

laboratorio-pizzeria-taglio-roma

Una delle specialità più note a Roma è sicuramente la pizza al taglio oltre ad essere conosciuta in tutto il mondo come uno dei prodotti enogastronomici più rappresentativi d'Italia.Ecco perché aprire un laboratorio di pizzeria al taglio, in questo periodo di crisi finanziaria, può rivelarsi una risposta occupazionale per chi ha le dovute conoscenze tecniche e dispone di possibilità d' investimento in un campo alternativo che meno risente della crisi.

Passi preliminari prima di aprire un laboratorio di pizzeria:

Prima cosa da fare per aprire un laboratorio di pizza al taglio è trovare un locale che rispetti le prescrizioni strutturali, le vigenti norme, prescrizioni e autorizzazioni in materia di edilizia, urbanistica e igienico-sanitaria, nonché la destinazione d’uso (artigianale o commerciale).Per acquisire e verificare la regolarità delle informazioni in merito bisognerà rivolgersi di regola a un geometra, architetto o ingegnere.Inoltre il locale deve essere situato in una zona di alta concentrazione abitativa ben esposto al pubblico e di costante transito pedonale. Quest' ultima è la più rilevante, decidere la giusta location vuol dire potenzialmente maggior volume d'affari. I luoghi migliori senza ombra di dubbio sono i centri commerciali e zone attrezzate in cui ci siano uffici e scuole.Verificate le credenziali sopradette non resta che impegnarsi con la registrazione formale del contratto di locazione.

Come allestire una pizzeria al taglio?

La pizzeria a taglio nasce generalmente d'asporto e va distinta dalla pizzeria con servizio di somministrazione. L’attività svolta in una pizzeria d'asporto consiste nella produzione di pizza per la vendita nei locali di fabbricazione o in locali adiacenti, cui può essere affiancato il consumo sul posto in aree interne a tal fine attrezzate ma senza servizio ai tavoli o altra assistenza di somministrazione.
Alle forme di organizzazione per l'attività di somministrazione corrispondono adempimenti differenti se parliamo di servizio d'asporto possiamo concentrarci su un taglio minimo che può partire dai 30 mq in su, che contenga le destinazioni per il laboratorio, il magazzino delle derrate alimentari, il bagno, l'antibagno e l'area vendita.

Le attrezzature indispensabili per il processo di produzione della pizza sono senza ombra di dubbio i forni, i banconi da lavoro completi di sportelli frigo e vetrina frigo con cestelli contenenti i prodotti per guarnire le pizze, Impastatrice da 25/50 kg a seconda del budget, attrezzi da banco (coltelli, pinze, rotelle taglia pizza etc), carrello porta teglie e almeno 20 teglie. La misura standard è 60X40, contenitori per farina e impasto, pinze prendi teglia, affettatrice, robot taglia alimenti, vari contenitori alimentari e il banco da esposizione da mettere nell' aria vendita della nostra pizzeria al taglio.

Come aprire una pizzeria a taglio con la SCIA a Roma

La vendita da asporto di propri prodotti da parte dell’artigiano nei locali di produzione o in quelli adiacenti non è considerata attività di commercio, per cui gli adempimenti necessari sono:
• la presentazione su apposita modulistica della S.C.I.A: (segnalazione certificata inizio attività di vendita) al Comune;
• la predisposizione del piano di autocontrollo aziendale (HACCP) che permette di conoscere e gestire i rischi igienico-sanitari legati alla specifica produzione alimentare. Previa presentazione in Comune di apposita ulteriore Comunicazione, è consentito anche il consumo immediato dei cibi prodotti nei locali adiacenti a quelli di produzione (con esclusione degli spazi esterni) tramite arredi e stoviglie e posate a perdere dell'azienda ma senza servizio di somministrazione e nel rispetto delle normative igienico-sanitarie e della disciplina sull'inquinamento acustico.Se vengono, però, venduti anche altri prodotti (bevande o alimenti confezionati), bisogna possedere i requisiti morali e professionali per il commercio alimentare.

Costo apertura pizzeria a taglio

Per aprire una pizzeria al taglio occorre preventivare una spesa di circa 20 mila euro, utilizzati in gran parte per l'acquisto di macchinari, arredamenti ed attrezzature.A fronte di questo costo va comunque detto che i guadagni possono essere elevati. Poichè i margini di guadagno sono alti, si stima che una pizzeria al taglio di media dimensione possa arrivare alla copertura delle spese sostenute in avvio in appena due anni .

Conviene Aprire un laboratorio di pizza da asporto a Roma?

Le pizzerie al taglio sono in genere ottimi investimenti per chi desidera avviare un’attività di conduzione a livello familiare. Un numero di due o tre addetti può infatti essere sufficiente per la gestione di questa attività, dalla preparazione dei cibi alla vendita al banco. Fra i problemi maggiori è la necessità di reperire un pizzaiolo capace e competente, che sia in grado di realizzare un prodotto di qualità. Spesso, infatti, la pizza al taglio è considerata un cibo di bassa qualità poiché si tende a lesinare sui costi delle materie prime e delle lavorazioni; tuttavia, investire in un prodotto che abbia un buon rapporto qualità/prezzo consente di crearsi una clientela frequente, mediante il processo di fidelizzazione.

SCRIVICI PER INFO E PREVENTIVI GRATUITI O CHIAMACI ALLO 06 5202959